News & Blog

Legno di campeggio: tinta naturale anche per i capelli

Legno di campeggio: tinta naturale anche per i capelli

Sai cos'è il "legno di campeggio"? te lo spieghiamo qui!

Il Legno di campeggio, o anche semplicemente Campeggio, in inglese Logwood, in tedesco Blauholz, deriva da un grande albero della famiglia delle Leguminose, chiamato Haematoxylon campechianum: un albero spinoso ornamentale originario dell'America centrale e delle Indie occidentali. La parola Haematoxylum significa letteralmente “legno di sangue”. 

Si tratta di una leguminosa che può crescere fino a 9 metri di altezza, con corteccia sottile e liscia ma con spine, foglie lunghe dai 2,5 ai 7,5 cm con dalle tre alle 5 coppie di foglioline lunghe da 1 a 3 cm e larghe da 1 a 2,5 cm, fiori a 5 petali piccoli gialli e profumati, il frutto è una drupa, mentre il legno è molto duro e compatto, con colore rosso-marrone al violetto. 

     

Il durame contiene ematossilina. L'ematossilina è presente nel legno sottoforma di sostanza cristallina incolore, che ossidata diventa emateinarossa: un vero e proprio colorante naturale che si estrae tritando la corteccia. L'ematina estratta può essere fatta reagire con idrati metallici per produrre lacche colorate, ma non solo!

Legno di campeggio: uso di un colorante naturale

Il legno di campeggio è stato introdotto come colorante naturale in Europa dopo la scoperta dell'America dagli esploratori spagnoli. Il legno di campeggio della migliore qualità proviene dalle coste orientali della baia messicana di Campechy, sebbene sia stato importato anche dalla Giamaica e da altre aree dell'america sutropicale e tropicale. Il valore di un legno di campeggio è relativo alla quantità e alla qualità di estratto colorante che può dare e dipende oltrechè dal luogo di origine anche dall'età del legno: i legni vecchi danno più estratto di quelli giovani.

Il legno di campeggio viene preparato rimuovendo la corteccia e l'alburno esterno (biancastro), poi viene frantumato, inumidito, all'azione dell'aria per agevolare l'ossidazione diretta e lasciato fermentare.

Il legno di campeggio in tintoria si utilizza tal quale oppure sottoforma di estratto: questo si ottiene facendo bollire con acqua i frammenti fermentati di legno di campeggio per poi estrarre la tinta. Dalla tinta ottenuta, a seconda dei gradi di acidità o alcalinità usati, se ne ottengono tonalità che vanno dal rosso cupo, al nero e al blu e al violetto, da usare per tingere i tessuti

L'ematossilina è inoltre utilizzata come un agente colorante per il microscopio: quando diventa ematina combinandosi con alluminio e ossidandosi in modo permanente, è capace di colorare i nuclei delle cellule ed i relativi cromosomi.

Il legno di campeggio è utilizzato anche in ebanisteria, sottoforma di estratto secco o liquido, per la tintura del legno: esso consente di ottenere con i vari mordenti metallici, un'infnità di tinte alquanto resistenti. La sua soluzione diluita con cloruro stannoso dà una tinta violetta, volgente al bruno se l'estratto è fermentato; con l'acetato di rame o col solfato di rame dà una tinta azzurra-violacea; col solfato ferroso una tinta azzurro-nerastra, con bicromato di potassa una tinta blu-nera.

Il Logwood nella medicina ayurvedica è un prezioso astringente nella dissenteria cronica e nella diarrea. Controlla l'azione frequente dell'intestino in questi disturbi senza produrre stitichezza e viene assunto come decotto o in pillola.

Il legno di campeggio, grazie al suo potere colorante naturale lo si può utilizzare anche per ottenere tinte naturali per i nostri capelli. Ti spieghiamo come!

Come usare il Legno di campeggio sui capelli

Il Legno di Campeggio da usare sui capelli è  l'Haematoxylon Campechianum Bark Powder cioè la polvere di corteccia, ed è un ottimo correttore per ottenere molteplici sfumature: dai colori castano ramati, mattone fino ad un viola cupo ed intenso. Lo puoi trovare qui, vegan ok, 100% vegetale, ed è il nostro Legno di campeggio Phitofilos, che si presenta di questo colore e questa consistenza:

Ti sveliamo però  che in realtà la polvere pura di Legno di Campeggio da sola è sconsigliata perché non consente di ottenere alte coperture dei capelli bianchi. Questa pianta, inoltre, non essendo ricca di mucillagini, fa risultare i composti disomogenei e difficili da applicare. Ecco dunque come procedere:

- per sfruttare la sua anima fredda e violacea si consiglia di preparare a parte la pastella di Legno Campeggio con aggiunta di bicarbonato di sodio (1 cucchiaio ogni 100 g di polvere). In seguito si può unire, prima dell’applicazione, alla pastella preparata con altre polveri (ad es. Rosso Ciliegia o Miscela Mallo di Noce). Per ottenere riflessi caldi preparare la pastella miscelando tutte le erbe insieme aggiungendo aceto, yogurt o limone;

- il Legno di Campeggio può essere utilizzato in abbinamento alla lawsonia (Henné Rosso N.2 o N.3), o alla Miscela Mallo di Noce per dare sfumature rosso mattone; utilizzato insieme alla Miscela Camomilla aiuta ad ottenere un leggero scurimento caldo del tono (nuances caramello).

Dott.ssa Laura Comollo

Visita il nostro reparto di erboristeria e di cosmesi bio oppure contattaci per eventuali chiarimenti o per maggiori informazioni.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI, IL PRESENTE TESTO NON E' RIPRODUCIBILE SENZA ESPRESSA AUTORIZZAZIONE DI ERBORISTERIA COMO

Bibliografia

The art and craft of natural dyeing: traditional recipes for modern use, di J. N. Liles

Hair-Dyes and Hair-Dyeing Chemistry and Technique- Di H. Stanley Redgrove, Gilbert A. Foan

Coloritura, verniciatura e laccatura del legno, di A. turco

Ayurvedic materia medica for domestic use, Di Thomas John Graham

Flowerig trees, di P. K. Valsalakumari.